Cattedrale di Nepi

 

La cattedrale di Nepi, dedicata a Santa Maria dell’Assunta, costituisce una stupenda testimonianza storico-artistica del passato della città. Questa fu eretta sui resti di un antico tempio pagano, sul quale già nel V secolo d.C. fu costruita la struttura paleocristiana della Chiesa. Quest’ultima è stata nei secoli distrutta e poi ricostruita più volte. Successivamente ampliata e ornata con numerose opere, nel 1798 fu purtroppo incendiata dai soldati francesi, per poi essere nuovamente ricostruita dal Vescovo Basilici nel XIX secolo.

La Cattedrale è legata alla storia dei Concordia: il primo lavoro ufficialmente documentato di esponenti della famiglia è proprio sul campanile della Chiesa. Questo nel 1922 venne colpito da un fulmine e ai lavori di restauro furono eseguiti da Luigi e Romano Concordia.

Nella galleria sottostante sono presenti riproduzioni della Cattedrale, articoli estratti dal giornale dell’epoca e sono riportati documenti riguardanti ricevute e descrizione dei lavori eseguiti.

Le immagini e i documenti sono di proprieta dell’Archivio Storico Concordia sono protette dalle norme sul Copyright

 

 

Storia degi interventi nel Castello dei Borgia

Riproduzione della torre quadrangolare e del mastio del Castello dei Borgia di Nepi